Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for giugno 2010

Un romano arriva all’aereoporto di Milano e si reca dal tabaccaio:

Che, m’allunghi un pacco de svapore?
“Cosa ?”
M’allunghi un pacco de ciospe?
“Che ?”
Aoo, quelle robbe che se fumano, le zanne, come l’antitolate voi ?
“Qui a Milano di chiamo sigarette” risponde il tabaccaio, porgendo gentilmente il pacchetto di sigarette

.
Il romano estrae una sigaretta dal pacchetto e rivolgendosi al tabaccaio:
Che, c’hai na’ pietra focaia ?
“Cosa vuole ?”
Vienime cor foco, famme impizzà
“Qua si chiama accendino”
Scusame, milanese precisino de sto cazzo, come chiamate voi ai rompicojoni ?
“Non li chiamiamo, arrivano da soli da Fiumicino”

Read Full Post »

Sono single da poco più di una settimana ed ho attraversato diverse fasi.. Rabbia, delusione, vendetta.. Ora sono in quella in cui mi  godo i risultati della dieta e riprendo confidenza con la mia femminilità… E nulla mi ha chiarito quanto sia stato castrante vivere in un corpo che non mi rappresentava, quanto ieri sera.

Al cinema un ragazzo carino, con la fidanzata accanto, mi ha fissata praticamente per tutto il film.. In questi ultimi anni, assomigliando a un’edicola, in effetti non mi capitava più ed è incredibile come questo abbia inciso sulla sicurezza in me stessa e sulla mia, di norma spiccata, femminilità!

Non solo! Dopo il cinema, mi sono ritrovata a flirtare con il proprietario del pub perchè, a mezz’ora dalla chiusura, mi facesse fare un Hamburger (non avevo cenato)… ed ha funzionato!!! Mmmmmmm era buonissimo!!! Il cuoco ci avrà sputato dentro.. ma sì! Tutta salute! :D

.

Anni fa funzionava sempre.. Cioè.. Sono naturalmente brava a “manipolare” sia uomini che donne in genere, per ottenere quei piccoli ma significativi vantaggi “burocratici” e non.. ma quando si è carine, con gli uomini non c’è bisogno nemmeno di creare empatia: bastano due occhi dolci, sporgersi in avanti ed accarezzarsi i capelli e ti riaprono la cucina all’una di notte;)

Insomma non sono stata in me per molto molto tempo, ed è buffo pensare che sia stata lasciata proprio quando mi stavo ritrovando.. ma probabilmente nemmeno l’amore ha pazienza infinita.

.

Personalmente sto molto meglio: cerco di tenermi impegnata e inizio a vagliare la possibilità di accettare gli inviti ad uscire da parte dei non pochi ragazzi interessanti che in questi anni sono rimasti in insospettabile attesa che tornassi libera… In più mettici che settimana scorsa tra installare e disinstallare Msn, bloccare e sbloccare alcuni utenti, il server deve essere impazzito e, come aveva già fatto anni fa, mi ha riabilitato tutti i contatti… mamma mia quanta gente che avevo cancellato!

Fidanzato a parte insomma, devo dire che sto ricevendo una soddisfazione dietro l’altra in ogni campo quindi non posso che dedurre sia arrivato il mio periodo di rinascita: per definizione, un periodo positivo.. Evidentemente, anche se ancora forse non sembra, il fatto di esser stata lasciata rientra in una “fortuna” che semplicemente al momento non colgo.

… ma, tranquilli, non conosco nessuno più bravo di me a cogliere ;)

.

PS:

Faccio presente che guardandomi allo specchio in palestra ieri, paonazza, mentre l’istruttrice mi risucchiava l’anima dalle ghiandole sudoripare, non avrei mai detto che, un’ora dopo, con un un vestitio e un pò di tacco, avre fatto la mia porca figura:D

Read Full Post »

Cominciamo bene

Un bimbo chiede al padre: “Papà che diferenza c’è tra teoria e pratica?

Povo a farti un esempio: vai da tua madre e tua sorella e chiedi loro se con 1’000’000 di euro sono disposte a fare l’amore con il primo che passa” dice il padre.

Il figlio allora, dopo aver chiesto a tutte e due torna dal padre:  “Papa tutte e due mi hanno detto di si!

Allora il padre serafico: ” Perfetto. Ecco allora, per tornare a noi: IN TEORIA abbiamo un milione, IN PRATICA viviamo con due zoccole“.

Read Full Post »

Il caso Luttazzi

Diciamocelo: è stata una delusione.

Per chi sapesse poco o nulla di questa vicenda: QUI, QUI e QUI può farsi un’idea di cosa stia parlando.

.

Certo, non tutte le battute sono rubate, non lo si può buttare via del tutto, ma sarà difficile d’ ora in poi ascoltare un suo monologo senza chiedersi “chissà se questa è sua”.

Mi accodo alla schiera di chi dice “bastava ammetterlo e proporsi come sdoganatore di una comicità irriverente che mancava in Italia“, quantomeno il tonfo non sarebbe stato così fragoroso.

Ho letto giorni fa sul suo blog le giustificazioni: “Non ho mai nacosto le mie fonti (…) mi divertiva il fatto che, chi mi definiva un non-satiro, uno che non faceva ridere, in realtà lo stesse dicendo di indiscusse icone della satira e della comicità americane.

Quello che davvero non capisco è come abbia potuto copiare in modo così palese e nel frattempo fare tutta quella manfrina sul piccolo artigianato delle battute dei comici, e soprattutto quel pippone infinito su Bonolis che aveva copiato la battuta (non sua) della mosca che scureggia.. Ma dico: almeno sta zitto, no?

Luttazzi:” ..Pensateci: se avete già sentito queste battute da qualche parte, me le hanno rubate“.

Senti chi parla!

Read Full Post »

Che strano tornare single dopo tanto tempo…

In realtà ci siamo presi e lasciati diverse volte in queste ultime settimane, ma oggi l’ho presa “bene”.

Così ho iniziato a ripensare a quante possibilità offre questa nuova condizione.. Sì lo so, dovrei essere triste… e lo sono! Ma è finita in modo stupido, per un motivo sbagliato quindi, poichè non è dipeso da me e non sarò io quella che tra un pò di tempo dovrà prendere atto (inutilmente) di aver fatto una grande cazzata, direi che riesco a prenderla con filosofia (non l’avrei detto!)

Sia chiaro, non sto pensando di fidanzarmi domani, però sono in una nuova fase: oggi è il primo giorno della mia nuova vita. Una vita in cui penserò più a me stessa, in cui si iniziano a vedere i risultati di una dieta che, chissà perchè, ho tardato tanto a iniziare, una vita in cui me la tirerò di più semplicemente perchè posso ( ok, su quest’ ultimo punto mi riservo di ripensarci:)

,

Comunque, sarò una romantica, ma vorrei chiudere questo post con una canzone che ha dato inizio alla mia storia più importante e credo sia giusto che la chiuda.

.

Nota per la prossima volta:

Riascoltare la “colonna sonora” di una storia appena finita, non fa bene.

No no no :)

Read Full Post »

Le faux amis

Si sa, quando si “diventa qualcuno” spuntano amici come funghi.

A scanso di equivoci dunque, specifico che io e Francesca Schiavone non siamo amiche e non lo siamo mai state.

Lei però abitava nel mio palazzo, così abbiamo fatto spesso la strada dalla scuola media a casa assieme e quel che ricordo nitidamente è che aveva costantemente una racchetta in mano perché stava sempre andando o venendo da un allenamento.. Confesso che a volte ho pensato fosse un pò esaltata (non che lei abbia mai fatto o detto nulla per farmelo credere, intendiamoci)

Il fatto è che era un po’ monotematica o forse più semplicemente non aveva un gran piacere nel parlare con me (del resto nemmeno io con lei): era più una cosa alla “andiamo alla stessa scuola, abitiamo nello stesso (grandissimo) condominio, se non ci riesce di far finta di non esserci viste, tocca dirsi qualcosa”. E noi obbedivamo all’etichetta e ci dicevamo qualcosa; così “qualcosa” che lei probabilmente non si ricorderà di me.. del resto io mi ricordo di lei solo perché aveva un’arto racchettiforme e negli anni qualcuno del condominio ogni tanto mi aggiornava sui suoi progressi sportivi .

Detto ciò, posso confermare che fosse abbastanza evidente a chiunque già da allora, che il tennis fosse la sua vita e che si sarebbe fatta strada… Anche se non avrei immaginato così tanta.

Da questo spazio quindi le faccio i miei sentiti complimenti per un successo strameritato con una vita dedicata al tennis.

.

… Col senno di poi vi posso dire che giocare a Barbie fino a 12 anni, invece, non paga;)

.

Read Full Post »

Uno di noi!

Read Full Post »

Older Posts »