Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for dicembre 2010

L’inesistenza di Dio

Mentre aspettavo che lo smalto asciugasse, visto che non avevo molto da fare, ho pensato di dimostrare dell’inesistenza di Dio.
E mi pare fili.

.

Partiamo da una domanda semplice-semplice.

Semplicissima.

Tra di noi c’è chi crede e chi non crede
La maggior parte dei credenti, pur credendo, non ci scommetterebbero la testa del figlio, diciamo; questo perchè permane in loro un remoto, nascosto, inconfessabile dubbio :”e se Dio non esistesse?“.
Nessuno di loro lo ammetterà a cuor leggero naturalmente, e forse nemmeno pongono in modo così chiaro la domanda a loro stessi.. ma il dubbio esiste in quasi tutti.
Questa premessa ha uno scopo, giuro.

Che voi siate un credente quasi-convinto o la versione full-optional o che voi non crediate affatto.. seguitemi un attimo nel ragionamento e poi ditemi cosa ne pensate.

.

Per un attimo pensate Dio esista davvero. Immaginiamo che improvvisamente, da questo istante, sappiate con tangibile certezza che Dio è reale e “come da preview biblica”.
Immedesimatevi nella serena consapevolezza che la nostra vita sia solo la prova generale per la vita Eterna e che da ciò che fate  dipenda la felicità eterna o la DANNAZIONE.

Sì ma ragazzi.. immaginatelo con la certezza con cui immaginereste il pestaggio del tipo che urla “Forza Milan!” nella curva dell’ Inter!! DIo si è manifestato INEQUIVOCABILMENTE e ora SAPPIAMO che esiste.

Dio esiste.. ed un giorno, mica tanto lontano, ci giudicherà.

.

Ci siamo?
Vi siete immedesimati?

Ora che lo avete immaginato e siete entrati in questa nuova realtà, provate a pensare come condurreste la vostra vita, come cambierebbe il vostro comportamento e quello di chi vi sta accanto: provate ad immaginare quali ripercussioni ci sarebbero sulle abitudini di tutti..

Avanti pensateci un attimo.

Saremmo tutti più “buoni” anche controvoglia e più attenti agli altri vero?

Secondo voi: chi ruberebbe? Chi violenterebbe? Chi ucciderebbe sapendo che si gioca la vita eterna?.. Si ma non “la vita eterna gne gne”.. La vita eterna vera. Se tu uccidi, per l’eternità soffrirai pene indicibili perchè Dio esiste davvero e dividerà i giusti dagli stronzi.. Con 80 anni di cazzate ti giochi l’eternità.
Seconso me ci pensi 2, 3, 5000 volte prima di fare lo stronzo, perchè ad ogni mossa senti puzza di “carne allo spiedo”. La tua.

Semplice.

A questo punto la domanda successiva è: chi coprirebbe un assassino, un pedofilo, un ladro, macchiandosi di complicità, giocandosi l’ eternità? Chi proteggerebbe figli, mariti, amici anzichè portarli a pentirsì e confessare e salvarsi l’anima? Chi penserebbe di usare soldi o potere per nascondere i misfatti, consapevole che alla resa dei conti, nulla può essere nascosto a Dio e che TUTTO SARA’ PAGATO?

E questa direi che è la chiave di tutta la mia tesi.
Se siamo tutti d’accordo, direi di procedere.

.

Eh sì perchè ora immaginate un prete qualunque, un Vescovo qualunque, un qualunque Papa che venga a scoprire che un suo “collega” compie atti di pedofilia (giusto per rifarmi all’ultimo scandalo in ordine di tempo): se ciascuno di loro credesse davvero che verrà giudicato per come agisce, come si comporterebbe?? Secondo voi assumerebbe i migliori avvocati DEL MONDO addestrandoli per 10 anni a difendere uomini colpevoli o andrebbe personalmente a prendere per le orecchie il mostro, anche se solo IL DUBBIO lo sfiorasse?

.

Ed è proprio questo il punto: non è strano che queste persone che possiedono tutto lo scibile umano sul Dio-Affaire, temano così poco il suo Giudizio?(perchè che tu sia Papa o Barabba, sarai giudicato come tutti noi, questo è ovvio)

Non è quantomeno sospetto che un uomo che crede realmente esista un essere che tutto sa e tutto vede, pensi di insabbiare il problema “Don, il prete mi ha toccato“, suggerendo al ragazzino di tacere e facendo cambiare (quando va bene) parrocchia al pedofilo? Dove sta il “gli uomini no, ma Dio mi ha visto e sentito benissimo”? Dove sta il timore della Giustizia di Dio? Dove sta LA PAURA per la propria dannazione eterna?

PERCHE’ QUESTA GENTE NON HA PAURA? E’ da folli scegliere di dannare la propria anima per proteggere un pedofilo, non vi pare? A MENO CHE  non si sappia che finisce tutto qui e si ha da temere solo la Legge degli uomini (se non fosse che non hanno l’obbligo di sottostare neppure a quella).

Che poi la Chiesa non tema alcun giudizio divino è sotto gli occhi della Storia e di tutti noi: nessuno teme le fiamme dell’inferno in Vaticano, anzi tra guerre, ricchezze ridicole, indulgenze, assassinii, pedofili e patti immorali, negli ultimi 2000 mi pare che si siano dati parecchio da fare per compromettere definitivamente la propria posizione… Certo a meno che voi non pensiate che nel 500 Dio avesse personalmente suggerito di assolvere dai propri peccati i ricchi.
Come fai a proporre una stronzata come questa se sai che Dio ti guarda e se lo appunta sul Taccuino? Dio non punirà la Chiesa, Dio punirà te e non c’è scampo.

.

La Chiesa insomma ed il suo operato sono la più evidente e TANGIBILE prova del loro non credere nel giudizio Divino perchè non si sta parlando di qualche “mela marcia” che si gioca l’anima, ma di un’intera organizzazione che sistematicamente agisce con il solo scopo di proteggere la propria esistenza ed i propri interessi terreni, anzi terrenissimi, lasciando trasparire un, quantomeno sospetto, interesse verso l’ “hic et nunc” che poco si confà a chi vende “la vita eterna” a tutti noi.

Il solo DUBBIO di rischiare la propria anima, porta tutti noi a pensarci bene prima di fare cose davvero gravi. La Chiesa questo problema non se l’è mai posto nel corso della Storia.. come se avesse la certezza che non c’è nulla da temere. Solo chi  è certo che la farà franca può rischiare la propria anima. E la Chiesa pare sia parecchio certa del fatto suo.

A me pare abbastanza evidente che la Chiesa non creda in Dio perchè tuto quello che fa DIMOSTRA CHE NON LO TEME.. e se non ci credono loro, che certo hanno tutte le informazioni disponibili, è presto detto in cosa siamo legittimati a credere noi..

PS:

Mi è stato fatto notare, giustamente, che le mie non sono prove ma indizi. Ho fatto notare che 2000 anni di indizi convergenti in una sola direzione, secondo me assurgono a prova anche alla giuria più ottusa.

Annunci

Read Full Post »

E ora un pò di blasfemia per voi ;)

.

Read Full Post »

.

..Ma chi l’avrebbe mai detto fosse gay?!?

.

Read Full Post »

Berlusconi aveva promesso le tre ‘I’ (Inglese, Impresa, Internet). Invece ha realizzato le tre ‘P’ (Paura, Povertà, Precarietà). Potrei aggiungere una quarta ‘p’, ma in Italia si preferisce dire escort

Niki Vendola

 

Quest’uomo è un mio (lontano) parente. E’ la prima volta che desidero conoscerlo! :D

Read Full Post »

No, qui non sono io..


Read Full Post »

Palesemente non è farina del mio sacco:)

.

Ugo si presentò al colloquio presso la ditta “Arembombi” alle 9 di quella mattina di ottobre, puntuale come sempre. Lo ricevette il Dott. Feruttrani, ed entrambi si accomodarono nello studio del dirigente titolare della ditta.

“Bene, mi dica, lei cosa sa fare signor Ugo?”

“Veramente io non so fare un cazzo, Dott. Feruttrani.”

“Bene, mi sembra che lei possa avere le caratteristiche che richiediamo al nostro candidato. Da parte mia, l’ unico scopo per cui intendo assumerla è quello di sfruttarla e spremerla il più possibile, pagandola viceversa meno che posso.”

“Capisco dottore, e credo che potrei adattarmi a queste sue richieste. Sa lei ha proprio la tipica faccia di merda da dirigente frustrato che sfoga la sua rabbia sui dipendenti. Probabilmente quand’ era ragazzino i ragazzi più grossi e prepotenti la opprimevano molto.”

“Vero, verissimo, caro Ugo, e soffrii molto delle botte e delle umiliazioni subite. Scusa se ti do del tu, ma ho l’ abitudine di dare confidenza ai miei sottoposti. Tu invece sembri proprio uno svogliato che spera di lavorare il meno possibile e magari di trombarsi una delle nostre dipendenti più carine.”

“E’ proprio così, dottore, intendo lavorare molto poco e approfitterò di ogni momento di libertà per giocare a Squash giapponese sul computer e per utilizzare le chat per rimorchiare qualche bella signora annoiata. In quanto alle dipendenti, sono ansioso di conoscerle meglio.”

“Noi qui abbiamo l’ abitudine di insidiare le sottoposte più attraenti e far lavorare come asine quelle più cesse. La sua collega al tavolo sarà Everarda, è grassa e invidiosa delle altre, le odia ma ovviamente non lo dà a vedere e fa la ruffiana con loro. Quelle più fighe se la tengono buona solo per evitare di prendere il caffè coi maschi più arrapati. Però c’è anche il ragioner Protassati che è gay e insidia i nuovi dipendenti.”

“Perfetto, credo che accetterò il posto, dottore. Spero di fare le scarpe ai miei colleghi e possibilmente di vederla fallire come direttore e di sostituirla nell’ incarico, così lei sarà abbandonato da sua moglie e dai suoi figli e io potrò insidiare la sua signora con ottime probabilità di successo.”

“Il posto è tuo caro Ugo, per quanto mi riguarda mi auguro di trovare al più presto un valido motivo per licenziarti e metterti in mezzo a una strada, so che versi in serie difficoltà economiche e quindi sarà mio grande piacere vederti vagabondare come uno straccione e dedicarti ad attività criminali per poi venire arrestato e passare il resto della tua vita dentro e fuori di galera senza più alcuna prospettiva.”

“La ringrazio di tutto dottore, se non le spiace mi metterei subito a giocare a scacchi al computer.”

“Bene Ugo, è stato un piacere, buon lavoro presso la nostra ditta.”

Read Full Post »