Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for giugno 2012

NOTA: Dal confronto civile con una lettrice è emerso come sia probabile che io abbia detto delle castronerie in relazione al discorso sul Metodo scientifico (mi premurerò di approfondire prima di correggere) ma tolti i riferimenti allo stesso, il mio ragionamento non si sposta di una virgola.
Faccio infine notare come gli atei più evoluti (www.Uaar.it , più evoluti ma non meno maleducati, quantomeno su Fb) si siano posti, il medesimo problema sollevato da me, anche se, resto estremamente perplessa sulle conclusioni a cui arrivano.

—————————————-

Oggi non parlerò dell’esistenza o inesistenza di Dio e nemmeno di come il Metodo Scientifico sia la Bibbia di molti atei (ne ho già parlato QUI).
Oggi parlerò dell’ateo medio.. ovviamente non tutti, c’è di peggio e c’è di meglio.. ma la media mi ha sorpreso in negativo.

Sono circondata da credenti (ognuno a modo proprio) ma conosco anche molti atei (ognuno a modo proprio) e invece pochi agnostici, come me, che forse sono quelli con minori personalizzazioni (ma è più che altro un’impressione).

E più atei conosco e più mi rendo conto che, i più, hanno una fede nella propria Razionalità più cieca e ottusa di quanto abbiano i credenti in Dio.. perchè il credente medio, a differenza dell’ateo medio, sa che la sua è fede.. l’ateo medio invece se cerchi di fargli notare che anche la sua è fede, ti dà della pazza.
Ovviamente, non tutti si approcciano all’ateismo come ad una nuova fede (come del resto non dovrebbe essere) ma è davvero incredibile quanti invece lo facciano!

Alcuni arrivano persino a negare l’esistenza degli agnostici (giuro!).. boh… non so, credo che quella della negazione oramai sia un’ossessione per molti :D

E a nulla vale spiegare che non sei scema e che l’agnosticismo non è la posizione di comodo di chi non vuole scegliere (o non vuole che mamma si arrabbi) ma la posizione di arrivo di un ragionamento.. o tu sei atea e non lo sai (ma loro che non ti consocono sì!) o sei una credente sotto mentite spoglie.

Pensa se aggiungessi che mi riservo di cambiare idea mille volte e fare esclusivamente quello che mi pare, senza dover rendere conto a nessuno se non alla mia intelligenza, cosa direbbero!:D

Ma torniamo all 2 sempiterne contestazioni che, per inciso, hanno anche un ordine preciso e anche quello è sempre il medesimo.
L’ordine di facilità. La prima domanda è “scema” per vedere se sei scema e poi giù con il domandone perchè.. beh perchè non sono scema.

1)Ma se consideri possibile anche ciò che non è dimostrabile allora credi anche negli unicorni, i puffi, e il mostro di Locness (in genere sono questi i Top Three di questa domanda sarcastica e l’unicorno in genere è il primo).

2) Ciò che non esiste non è dimostrabile. L’onere della prova spetta a chi afferma l’esistenza.

E’ di una noia mortale rispondere sempre sempre alle stesse cose e quel che è peggio è che, se rinunci a discutere, in genere le persone con cui ti confronti leggono nella tua ritirata per noia, una ritirata per mancanza di argomenti.

Dio solo sa (è un modo di dire, tranquilli) quanto vorrei che qualcuno mi desse qualcosa di serio su cui ragionare!
Ovviamente a volte succede. In media no.

Dunque, alla prima domanda rispondo che sì, io ammetto l’esistenza non solo delle 3 entità elencate ma anche di quelle che nessuno ha ancora immaginato. In genere questa affermazione viene presa come una presa in giro o viene del tutto ignorata(e che mi vuoi rispondere?).
Io sono seria invece. L’agnosticismo è un “modus ragionandi”.
Ciò che affermo è provato. Se non è provato allora è possibile come non possibile.
Io non ho paura di dire che magari i Puffi esistono: lo ritengo probabile?No. Ma improbabile non significa insistente.

A questo punto, in genere, faccio un esempio.
Oggi, secondo me, ne ho scelto decisamente uno azzeccato: quello degli Indios dell’Amazzonia.. Ricorderete la tribù scoperta 3/4 anni fa nel mezzo della foresta Amazzonica.. La tribù rossa, se non ricordo male.
Prima di allora si diceva “non esistono più tribù allo stato brado. Non esistono più i cannibali”.
Evidentemente a questi nessuno li ha avvisati, perché non lo sapevano di non esistere!
Per fortuna li abbiamo avvisati!
Pensa te che ansia se avessero scoperto, prima loro, di non esistere!!!
Per fortuna 4 anni fa li abbiamo esistiti!
Voce del verbo esisterli.
Perchè loro non potevano esistere da soli, siamo noi che li abbiamo esistiti.. se noi non li esistiamo, dimostrandoli, loro non esistono .. e se per caso si sono confusi esistendosi senza dirci niente, l’errore non è nostro che abbiamo detto una cosa senza poterla dimostrare, sono loro che di testa propria hanno voluto esistere a tutti i costi anche se noi, senza prove (perchè l’inesistenza si può dichiarare, MA NON DIMOSTRARE!!!!) avevamo detto che loro non esistevano!
Ma che affronto è mai questo? Ma come si sono permessi di essistere se noi avevamo detto che non esistevano aggiungendo che non siamo tenuti a dimostrarlo perchè siamo razionali!

Questo a delle menti razionali dovrebbe insegnare una lezione: anche se non puoi dimostrarlo, se una cosa esiste e tu non lo sai, lei esiste ed esiste anche se non la scopri. Lei se ne fotte che tu non lo sappia!
No! invece all’ateo medio non isegna nulla. All’ateo medio scoprire che quello che esiste, esiste anche se tu non ne hai la più pallida idea, non insegna nulla.
Per l’ateo medio esiste solo quello che lui sa. Il resto sono cazzate per boccaloni che non hanno pisogno di prove per essere possibilisti.
Che si ribatte a questo?
Io rispondo “ok” e me ne vado annoiata ravvisando un’incapacità logica. Se qualcuno ha invece qualcosa da dire di interessante vi prego, io sono qui.

Un appunto: un mio amico mi fece un esempio tempo fa (Rip) sul fatto che un assassino potesse dire che la sua mano fosse stata spinta da un alieno all’omicidio, per essere scagionato.
Non ricordo la risposta che diedi (ottima contestazione però, ecco un esempio di ottima cosa su cui farmi riflettere) ora risonderei “la legge ha bisogno di punti fermi che la mente non dovrebbe ricercare ad ogni costo”.
Cioè la Legge cerca la certezza di un colpevole mettendo dei paletti, perché la società viva serena con le prorprie certezze.. Un uomo razionale invece non dovrebbe avere così tanta paura di risopndere “Non lo so”.
Non è un peccato non sapere, è un peccato avere risposte inutili.

Veniamo al punto 2, su cui sarò brevissima perché l’ho già trattato abbondantemente.
A meno che qualcuno non mi porti una PROVA CERTA che l’inesistenza non sia dimostrabile questa è una supposizione e non una prova, dunque in alcun modo sarà da me presa in considerazione come tale. Non c’è molto da discutere. Le prove sono indispensabili non solo quando l’onere è a carico dell’altro.

A questo punto in genere qualcuno salta sempre su dicendo “allora dimostralo tu..” ed ecco la magia delle magie!
Improvvisamente l’onere della prova della sua affermzione non spetta più a lui che afferma “non si può dimostrare l’inesistenza” improvvisamente sei tu che devi dimostrare che lui ha ragione!!!

Un esempio che magari chiarisce:
Ateo: “esistono gli gnomi”
Tizio: “dimostramelo”,
Ateo: “no dimostrami tu che esistono”
Tizio: “….”
Ah no scusate.. in questa forma la maggior parte degli atei non la capirebbero.
Riformulo.
Ateo: “non esistono gli gnomi”
Tizio: “dimostramelo”
Ateo: “no dimostramelo tu”
Tizio: ”…..”.

Ma quello razionale, è lui.

Ripeto ho amici atei e spesso le discussioni sono stimolanti (come con molti cristiani ed agnostici) ma molto ma molto più spesso questo è il livello delle argomentazioni.

A me cadono le braccia.. mi aspetto qualcosa di più da una discussione, altrimenti mi sembra di spiegare ai bambini le basi del “ragionamento logico fase2: la scienza non è una fede”.

Capisco che per gli atei il sistema di credenze scientifiche sia rassicurante quanto per i credenti Dio.. ma pretendo di più da chi innalza il vessillo della razionalità. Pretendo la razionalità e per me questa non è razionalità.

Pretendo che mi confuti in modo stimolante quanto ho detto ma che prima ci si premuri di capirlo.. perché la maggior parte di chi legge qualcosa per cui costa fatica rispondere.. si rifiuterà di farlo.

E, per inciso, le persone a cui posto regolarmente i miei scritti, sono sempre i miei contestatori..quelli cazzuti, quelli che me la faranno sudare.. a cui magari alla fine darò ragione.
Io discuto per imparare e se capita insegnare.. non per avere ragione a tutti i costi.. purtroppo questa è una caratteristica di pochi e, in genere, sono quelli con cui preferisco parlare.

AGIORNAMENTO:

No, davvero.. più conosco gli atei e più mi rendo conto che soffrono di un vero e proprio delirio di onnipotenza.
E sono persino peggio (almeno a parole) dei cristiani fanatici.

Molti sostengono che coloro che credono, siano stupidi in quanto credenti “è come se un 13enne credesse ancora a babbo natale“.. qui si nega persino la dignità del credere. Se credi sei più stupido di me che non credo perchè io ho ragione.
E se ti permetti di dire che sono un filo presuntuosi.. sei pure una specie di pazza a cui non bisogna dar retta “ma ti fermi pure a parlare con questa”. Una sorta di ottusità pseudo-illuminista.
Ah.. io sono pazza perchè non vedo grande differenza tra questo “razzismo intellettuale” con quello basato sulla razza.

Ovviamente non tutti sono così esaltati ma mdavvero tanti credono di avere la verità rivelata.

Io sono davvero annichilita.
E dovete vedere come saltano su, se provi a criticarli..
Non c’è nulla di peggio che far credere ad uno stupido di avere il mezzo perfetto per avere ragione.. vi si aggrapperà come una scimmia al ramo e si metterà a pontificare sulla propria condizione di superiorità.
Cos’è questa se non la base del razzismo?
Ah ma io sono pazza.

Più scandaglio la realtà dei fedeli ed atei.. e più mi rendo conto che il problema non è mai Dio-sì/Dio-no… ma la mole di idioti per ogni “fazione” che supera di gran lunga quella di coloro che sostengono la propria scelta con dignità e difendono le scelte altrui, nonostante non le condividano.

Ho paura di avvicinarmi ad una comunità agnostica, a questo punto, temo le brutte sorprese :D

Annunci

Read Full Post »

E’ incredibile che questi omofobi, razzisti, intolleranti qualcuno osi chiamarli Cristiani.
E’ incredibile che prorprio dai cristiani non provenga la denuncia più feroce.
E’ incredibile che la Chiesa non si dissoci da quello che qui viene quotidianamente asserito!
La verità è che la Chiesa LO APPROVA.

Ribellatevi, cristiani, all’immagine che questi indivudui vogliono dare di voi.. non lasciateli parlare a vostro nome o non lamentatevi poi, del crescente odio che monta contro la vostra religione.

CHI SEMINA ODIO, RACCOGLIE TEMPESTA.
Se non erro questa è vostra.

Questo blog ODIA omosessuali, femministe, la ricerca, gli atei e TUTTE le altre religioni.
Questo blog ODIA la metà della popolazione mondiale
E questo blog è ODIO ALLO STATO PURO.

http://www.pontifex.roma.it/
.
Meglio pedofilo che gay:
.
http://www.pontifex.roma.it/
.
E’ morta perchè islamica
.

.

Read Full Post »

Tristezza..

Read Full Post »

Think. THINK.

Read Full Post »

Sì.

Ho vinto il robot da cucina del concorso a premi di Cart D’or.

Non ricordo se avessi mai preso in passato un gelato cart D’or.. mi pare di sì.. ma possibile fosse buono e sia incredibilmente peggiorato??
Ma quanto può peggiorare un gelato?? Voglio dire.. è pur sempre Algida no?
Com’è possibile che sia così terribile?
Non capisco..

Tiramisu e nocciola con retrogusto amaro e, specie la nocciola, un gusto assolutamente NON definito.
Ed io sono golosa.. ma quel gelato è nel mio freezer da 2 settimane almeno.. e di barattoli della concorrenza, nel frattempo, ne sono stati comprati e finiti due. E il cart D’or è lì. Come monito dico.
In attesa di opsiti sgraditi,penso.

Mi spiace dover sparare a zero su un marchio che mi premia pure ma.. è francamente un insulto al gusto.. Te credo che nello spot assieme alla pallina di gelato c’è un sacco di roba.
Serve a corprine il sapore!

Mi spiace, Benedetta, “se hai Cart D’or” non hai il dessert.. Se non hai pan di spagna, carote e cioccolato fuso, hai una schifezza.

Read Full Post »

A questo articolo:
http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/05/30/2-giugno-e-se-la-parata-fosse-un-falso-problema/246733/

Naturalmente ho lasciato un commento che è in attesa di approvazione.
Un’approvazione che dubito arriverà mentre è una risposta che voglio venga letta.

_ . _ . _ . _ . _ . _ . _ . _ . _ . _ . _ . _ . _ . _ . _ . _ . _ . _ . _ . _ . _ . _ . _ . _

“Dire che uno stato serio deve spendere MILIARDI (ovviamente milioni.. a volte penso ancoa in lire ndr) in una manifestazione invece che risparmiare TUTTO IL RISPARMIABILE, DEL NIENTE CHE HA, per aiutare i cittadini in ginocchio, è come dire che un padre di famiglia serio è quello che ad agosto porta la famiglia in vacanza, perchè le vacanze sono sacre, e poi non fa finire le superiori ai figli perchè non sono avanzati i soldi.

Sono cresciuta con un solo genitore, normale impiegato, ho studiato, sono andata alla Bocconi, ho una casa e posso permettermene un altra perchè mia madre, Grazie a… no, non Dio, ma grazie a MIA MADRE, ha risparmiato su tutto!
Avrebbe risparmiato su Natale, compleanno e su qualunque cosa perchè NULLA E’ SACRO QUANTO IL BENESSERE E IL FUTURO DI CHI SI AMA.

NULLA!
Questo a le mi pare non sia chiaro.

A me viene la pelle d’oca a leggere questo articolo e non riesco davvero a credere che qualcuno glie l’abbia persino approvato..

Uno stato serio??
Uno stato serio avrebbe detto “La Repubblica c’era, c’è e ci sarà anche se non la festeggiamo un anno.. alcuni degli sfollati, degli imprenditori martoriati, dei cittadini umiliati, forse domani non ci saranno più.
In nome di un paese in ginocchio e per dare il buon esempio all’italia che stringe la cinghia, PER RISPETTO(!!!) RINUNCIAMO A OGNI FESTEGGIAMENTO perchè questo non è il momento di festeggiare, questo è il momento di tenere duro e noi teniamo duro con voi
“.

Questo avrebbe detto un paese serio.

Il risparmio non si comincia domani, si in inizia IERI.
Questo ha dato a me un futuro. Non le vacanze.
E all’ Italia non lo darànno le parate mentre TRE MILIONI DI EURO IN PIU’ AVREBBERO DATO QUALCOSA, foss’anche un pasto caldo a 13mila sfollati, per un solo giorno.

Ma veniamo al punto per cui il signor Mello mi lascia a dir poco allibita.
Non ha fatto economia e questo è evidente ma nemmeno algebra.

Risparmiare 3 milioni di euro su 3,5 per lei non è un risparmio dignitoso?
Corrisponde ad un risparmio del 86% lo sa?
Sa cosa significa un risparmio del 86%, in termini strategici, visto che in termini economici non le dice nulla?
Significa un successo.
E’ la differenza tra il licenziamento di un’intera unità e il mantenimento del posto di tutti o quasi.
E’ la scelta delle scelte.

E Se 3 milioni di euro non aiutano a recuperare 500 milioni di danno per l’ Emilia, sa cosa l’ aiuta di meno?
AVERE 3 MILIONI DI EURO IN MENO! Ecco cosa..

Perchè le svelo un segreto: quei 3 milioni di euro che loro si sono sbafati alla facciazza sua e mia.. indovini sulle tasse di chi verranno riprelevati??

Le do 3 opzioni:
a) nonna papera
b) la casta
c) i cittadini

No, non è nonna papera. Riprovi.

Ha ancora due tentativi, ce la può fare.”

Read Full Post »